Il Nobel per la Pace alla Campagna Internazionale contro le Armi Nucleari

Redazione

Il premio Nobel per la Pace 2017 è stato assegnato alla Campagna Internazionale contro le Armi Nucleari (ICAN, International Campaign to Abolish Nuclear Weapons)per il suo lavoro nel richiamare l’attenzione sulle conseguenze umane catastrofiche di qualsiasi uso delle armi nucleari e per gli sforzi rivoluzionari per ottenere un trattato che proibisca queste armi”.

Le armi nucleari rappresentano un pericolo costante per l’umanità, ha spiegato il comitato che assegna il Nobel. La comunità internazionale in passato ha adottato misure proibitive contro le mine antiuomo, le bombe a grappolo, le armi chimiche e biologiche, mentre le armi nucleari, ancora più distruttive, non sono state oggetto di una simile proibizione legale internazionale. ICAN, attraverso il suo lavoro, ha contribuito a colmare questo gap.

 

Clicca qui per leggere il comunicato completo sul sito del Premio Nobel

 

L’ICAN comprende più di 450 organizzazioni non governative provenienti da 101 paesi in tutto il mondo. La Campagna ha avuto un ruolo determinante per l’approvazione del Trattato sul divieto delle armi nucleari da parte dell’ONU, avvenuta lo scorso 7 luglio. Il trattato entrerà in vigore quando 50 stati lo ratificheranno, e opererà come una legge internazionale vincolante per tutti paesi che ne sono parte.

Il Comitato ha spiegato come il Premio Nobel sia anche un invito rivolto agli Stati che possiedono armi nucleari, affinché possano iniziare delle negoziazioni serie rivolte all’eliminazione delle 15.000 armi esistenti.

Clicca qui per leggere l’approfondimento di Francesco Tuccari su Aula di Lettere dedicato alla crisi USA-Corea del Nord

Crediti immagini: nobelprize.org

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *