I marmi di Bernini in mostra alla Galleria Borghese

Redazione

La Galleria Borghese ospita il nucleo più importante dei marmi realizzati da Gian Lorenzo Bernini. In occasione dei vent’anni dalla sua riapertura, il museo presenta una mostra dedicata alle sculture di uno dei protagonisti del barocco romano.

La retrospettiva – aperta al pubblico dal 1 novembre – è articolata in otto sezioni, dalle prime opere fino agli ultimi marmi realizzati dall’artista.

La sezione “L’apprendistato con Pietro” ha come oggetto l’attività giovanile di Gian Lorenzo (fino al 1617 circa), con un focus sulle opere realizzate in collaborazione con il padre Pietro. A questo periodo è dedicata anche la sezione “La giovinezza e la nascita di un genere: i putti”. 

Dal 1618 al 1625 Berini fu impegnato nella realizzazione di vari gruppi scultorei, commissionati dalla famiglia Borghese. La sezione “I gruppi borghesiani è centrato su queste opere, oggi conservate all’interno del Museo. I quattro gruppi comprendono Enea e Anchise (1618-19), il Ratto di Proserpina (1621-1622), il David (1623-1624) e l’Apollo e Dafne (1622-25).

Clicca qui per vedere il video dedicato all’opera “Apollo e Dafne” su RaiScuola

Negli stessi anni Bernini si dedicò al restauro di marmi antichi (tra i più famosi, Ermafrodito e Ares Ludovisi). Le opere sono esposte nella sezione “Restauro dell’antico, insieme a uno dei lavori più famosi realizzati dal padre Pietro (il Marco Curzio Borghese).

Tra le opere realizzate dall’artista negli ultimi anni vi è la Statua equestre di Re Luigi XIV (1665): nella sezione “Bernini e Luigi XIV” sono esposti il disegno e la terracotta preparatori alla realizzazione di una delle commissioni più importanti dell’intera carriera dell’artista.

Le sezioni tematiche “Busti”, “Pittura” e “Il mestiere di scultore: i bozzetti” completano la descrizione di Bernini come artista a tutto tondo.

È esposta in mostra anche la statua di Santa Bibiana. Commissionata da Papa Urbano VIII nel 1624 per l’altare dell’omonima Chiesa, l’opera è stata restaurata per l’occasione.

 

Crediti immagini
Apertura: Apollo e Dafne (Wikimedia Commons)
Box: Santa Bibiana (Wikimedia Commons)

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *