Longobardi. Un popolo che cambia la storia

Redazione

Il 21 dicembre è arrivata al MANN di Napoli una delle più originali esposizioni mai realizzate sul popolo longobardo. La mostra, dal titolo Longobardi. Un popolo che cambia la storia, è stata esposta dal 1 settembre al 3 dicembre al Castello Visconteo di Pavia, capitale del regno, e sarà al MANN fino al 25 marzo 2018.

Oltre 300 opere provenienti da più di 80 musei ed enti permettono di dare una visione complessiva e di ampio respiro del ruolo, dell’identità, delle strategie, della cultura e dell’eredità del popolo longobardo che nel 568, guidato da Alboino, varca le Alpi Giulie e inizia la sua espansione sul suolo italiano. La mostra comprende anche 17 video originali e installazioni multimediali (touchscreen, oleogrammi, ricostruzioni 3D, ecc.) che guidano il visitatore attraverso un percorso multisensoriale e immersivo.

Napoli fu il punto di riferimento economico e culturale del Ducato di Benevento, propaggine meridionale del regno dei Longobardi. Rimasto in vita come stato indipendente sin oltre la metà dell’XI secolo, il Ducato non solo conservò memoria e retaggio del Regno di Pavia, abbattuto da Carlo Magno nel 774, ma elaborò un proprio originale ruolo di cinghia di trasmissione fra le culture mediterranee e l’Europa occidentale.

Clicca qui per leggere il comunicato stampa della mostra

Da gennaio a marzo saranno organizzati laboratori per bambini e ragazzi

Clicca qui per consultare il depliant dedicato ai servizi educativi del MANN

 

Crediti immagini
Apertura: Fibbia in argento dorato, niellato e con almandini e vetri. Pavia, Musei Civici (mostralongobardi.it)
Box: Cavaliere, lastrina in bronzo dorato dello Scudo di Stabio, VII secolo. Berna, Historisches Museum (Wikimedia Commons)

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *