Per sogni e per chimere. Giacomo Puccini e le arti visive

Redazione

Venerdì 18 maggio presso la Fondazione Ragghianti di Lucca sarà inaugurata la mostra dedicata a Giacomo Puccini. L’esposizione, organizzata in occasione del 160esimo anniversario della nascita del compositore, approfondisce la sua influenza sulle arti visive tra la fine dell’Ottocento e i primi decenni del Novecento.

Per sogni e per chimere” comprende 120 pezzi inediti custoditi in collezioni private, che immergono lo spettatore nel clima di quegli anni, nel momento di passaggio fra tardo-naturalismo, Scapigliatura, Simbolismo e Liberty.

Dipinti e sculture ispirate a Puccini e ai personaggi dei suoi melodrammi, ritratti del Maestro, opere di artisti da lui amati e collezionati, fotografie d’epoca, oggetti, documenti, manifesti, cimeli, permettono di entrare nel mondo del grande compositore e svelare anche la sua passione per il disegno e la caricatura, oltre che l’attenzione messa nell’arredo delle proprie case.

Clicca qui per consultare il sito della mostra

Clicca qui per approfondire la vita e le opere del compositore e scoprire e le attività didattiche organizzate dal Puccini Museum di Lucca


Crediti immagini
Apertura:
Gaetano Previati, La danza delle rose (1908) (Locandina della mostra su Fondazioneragghianti.it)
Box: Giacomo Puccini al pianoforte (Wikimedia Commons)

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *