8 marzo, Giornata Internazionale della Donna

Redazione

L’8 marzo ricorre in diversi paesi nel mondo la Giornata Internazionale della Donna, in Italia chiamata anche Festa della Donna. La Giornata si pone l’obiettivo di celebrare le conquiste sociali, economiche e politiche delle donne, ma anche di porre in evidenza il lungo percorso verso i diritti per superare le discriminazioni e le violenze che ancora oggi in tutto il mondo le donne subiscono.

La storia della Giornata Internazionale della Donna ha origine intorno all’inizio del secolo Ventesimo. Negli Stati Uniti il primo National Women Day risale al 28 febbraio 1909 e fu organizzato dalle attiviste del Partito Socialista Americano che chiedevano maggiori tutele per le donne sul posto di lavoro e il diritto di voto. Nel 1908 si era tenuta anche una storica manifestazione a New York per il diritto di voto alle donne a cui parteciparono circa 15mila persone.

La puntata di “Il tempo e la storia” da Rai TV dedicata alla Giornata Internazionale della Donna

Nel 1910, in occasione della Conferenza di Copenhagen, la politica tedesca Clara Zetkin, socialista, attivista per i diritti delle donne, propose l’istituzione di una giornata internazionale dedicata alla donna da celebrarsi in diversi paesi del mondo. La Conferenza si tenne alla presenza di più di 100 donne provenienti da 17 paesi: la proposta di Zetkin fu approvata all’unanimità. Nel 1913 fu stabilito che la Giornata si sarebbe tenuta l’8 marzo. In Italia fu celebrata per la prima volta il 12 marzo 1922.

Non fu quindi il drammatico incendio alla fabbrica Cotton il motivo dell’istituzione della Festa della Donna. Vi fu effettivamente un gravissimo e drammatico incendio a New York il 25 marzo 1911, in cui morirono ben 146 persone, di cui 123 donne. Tuttavia si verificò alla fabbrica Triangle e non alla presunta Cotton, di cui non vi sono riscontri. Come visto, poi, la Giornata esisteva già dal 1909.

Per approfondire, clicca qui per leggere un pezzo sulla falsa storia dell’incendio dell’8 marzo (dal blog Non solo Mozart)

Le Nazioni Unite celebrarono per la prima volta la Giornata nel 1975 in occasione dell’anno internazionale della donna. Nel 1977 l’ONU votò ufficialmente una risoluzione che stabiliva a livello globale la Giornata, da tenersi in ciascun paese “in accordo con tradizioni e costumi di quel paese”.

Clicca qui per ulteriori informazioni sulla storia della Giornata Internazionale della Donna (dal sito International Women Day)

e qui per leggere un post del blog “Come si parla” di Elisabetta Tola sull’Aula di Lettere sulla parità di genere in cui si analizzano il discorso tenuto dall’attrice britannica Emma Watson alle Nazioni Unite del settembre 2014 e il documentario “Il corpo delle donne” di Lorella Zanardo

Crediti immagini:

Apertura: Manifesto tedesco della Giornata della Donna del 1914 (da Wikipedia)

Box: Clara Zetkin (da Wikipedia)

 

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *