21 maggio: Giornata Mondiale della Diversità Culturale per il Dialogo e lo Sviluppo

Redazione

Il 21 maggio si celebra la Giornata Mondiale della diversità culturale per il dialogo e lo sviluppo, promossa dall’UNESCO. La giornata internazionale è stata istituita nel 2002, dal momento che secondo i dati delle Nazioni Unite, ¾ dei maggiori conflitti mondiali sono scaturiti da una dimensione culturale.

La giornata si pone l’obiettivo di promuovere conoscenza e rispetto per le differenze culturali, per “incrementare il potenziale della cultura come mezzo per il perseguimento della prosperità, dello sviluppo sostenibile e di una coesistenza globale pacifica”, come è riportato nella Dichiarazione Universale sulla Diversità Culturale del 2001.

L’anno scorso, Audrey Azoulay, Direttrice Generale dell’UNESCO, durante le celebrazioni del 21 maggio ha dichiarato che: “la diversità culturale non è di per sé un fattore di pace e progresso. Per questo, essa richiede apprendimento, l’apprendimento della diversità, l’abilità di spostare l’attenzione lontano da sé stessi, per dialogare e riconoscere il valore celato in ogni cultura”.

Gli obiettivi della giornata, in base ai valori espressi nella Convenzione sulla Protezione e Promozione della Diversità delle Espressioni Culturali, del 2005 sono:

  • Sostenere sistemi di governance sostenibili per la cultura
  • Raggiungere un flusso equilibrato di beni e servizi culturali e aumentare la mobilità di artisti e professionisti della cultura
  • Integrare la cultura nei progetti di sviluppo sostenibile
  • Promuovere i diritti umani e le libertà fondamentali

Clicca qui per leggere il Messaggio di Audrey Azoulay Direttrice Generale dell’UNESCO della Giornata Mondiale della Diversità Culturale per il Dialogo e lo Sviluppo 2018

Per approfondire, clicca qui

(Crediti immagini: Pixabay, Pixabay)

 

 

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *