24 gennaio 2020: muore Amedeo Modigliani

Redazione

Il 24 gennaio 1920 Amedeo Modigliani muore all’Ospedale della Carità di Parigi all’età di 36 anni, colpito da meningite tubercolare.

In occasione del centenario della morte, il Museo della Città di Livorno propone la mostra “Modigliani e l’avventura di Montparnasse. Capolavori dalle collezioni Netter e Alexandre”. L’esposizione riunisce 14 dipinti e 12 disegni del pittore livornese, oltre a un centinaio di altri capolavori dell’Ecole de Paris. Sono esposte le opere appartenuti ai due collezionisti più importanti che hanno accompagnato e sostenuto nella sua vita: Paul Alexandre e Jonas Netter.

Tra le 14 opere di Modì provenienti dalla collezione Netter, a Livorno sono visibili il ritratto Fillette en Bleu del 1918, il ritratto di Chaïm Soutine del 1916, il ritratto Elvire au col blanc (Elvire à la collerette) dipinto tra il ’18 e il ’19 e il ritratto Jeune fille rousse (Jeanne Hébuterne) del 1919.

Paul Alexandre fu un amico e confidente del pittore, che lo sostenne al suo arrivo a Parigi, lo aiutò nel progetto scultoreo delle Cariatidi e durante i suoi ritorni a Livorno nel 1909 e 1913. Dei 12 disegni, provenienti dalla collezione Alexandre, sono esposte alcune Cariatidi tra i quali la Cariatide (bleue) del 1913.

La mostra sarà aperta al pubblico fino al 16 febbraio.

Per maggiori informazioni clicca qui

 

Crediti immagini
Apertura: Amedeo Modigliani, Fillette en Bleu, 1918 (Wikimedia Commons)
Box: Amedeo Modigliani nel 1918 (Wikimedia Commons)

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *