Aula di Lettere

Aula di Lettere

Percorsi nel mondo umanistico

Sezioni
Accad(d)e che
Come te lo spiego
Interventi d'autore
Il passato ci parla
Sentieri di parole
Nuovo Cinema Paini
Storia di oggi
Le figure retoriche
Gli antichi e noi
Idee didattiche digitali
Le parole dei media
Come si parla
Dall'archivio
Tutti i temi del mese
Materie
Italiano
Lettere classiche
Storia e Geografia
Filosofia
Storia dell'arte
Scienze umane
Chi siamo
Cerca

Il Lezioni di Storia Festival è disponibile online

Dal 20 dicembre si può rivivere integralmente la terza edizione della manifestazione svoltasi a Napoli dal 7 al 10 ottobre e dedicata al racconto “L’invenzione del futuro”
Lo scorso ottobre si è svolta con grande successo la terza edizione del Lezioni di Storia Festival a Napoli. Una quattro giorni fatta di 45 appuntamenti e 7 eventi collaterali a cura di 53 relatori, distribuiti in 6 diverse location, con al centro il tema “L’invenzione del futuro”: come le donne e gli uomini del passato hanno pensato al futuro, descrivendolo e progettandolo, caricandolo delle loro paure e speranze, esprimendosi attraverso letteratura e teatro, pittura, musica, cinema e televisione. A partire da oggi, 20 dicembre, il festival sbarca online sul canale YouTube del festival (disponibile a questo link) che ripropone per queste feste natalizie tutti gli incontri che hanno animato la manifestazione. Fra i protagonisti del viaggio non solo alcuni tra i maggiori storici italiani – da Luciano Canfora a Eva Cantarella, da Franco Cardini ad Alessandro Barbero, da Giuseppina Muzzarelli a Laura Pepe – ma anche geografi e genetisti, letterati e filosofi, studiosi d’arte e compositori, come Guido Barbujani, Andrea Marcolongo, Valerio Magrelli, Franco Farinelli. Nel ripercorrere l’idea di “invenzione del futuro”, Simona Colarizi presenta I visionari di Ventotene, a 80 anni dalla redazione del Manifesto “per un’Europa Libera e Unita”. Giuseppina Muzzarelli con Vestire il futuro: l'abito tanagra introduce il pubblico nell’epoca della rivoluzionaria sarta e attivista Rosa Genoni. Laura Pepe attraverso Lisistrata illustra l’utopia immaginata da Aristofane (clicca qui per il video), Alessandro Vanoli l’idea di futuro di Cristoforo Colombo ( disponibile qui), Franco Cardini la profezia di Francesco d’Assisi (disponibile qui), Luciano Canfora la Parigi del 1871 e il suo esperimento comunista (disponibile qui). Utopie e avanguardie, scienza e fantascienza, movimenti politici e di immaginazione artistica, di moda e di ambiente, si alternano in un ampio racconto del mondo, dell’Italia e della stessa città di Napoli. Così Amedeo Feniello dimostra che proprio a Napoli venne creato il concetto chiamato Medioevo (clicca qui per vedere il video). Mentre Costantino D’Orazio regala il ritratto di tre grandi artiste in Farsi corpo: Tamara de Lempicka, Frida Kahlo, Marina Abramović. Carlotta Sorba propone La conquista della luna, viaggio affascinante nella letteratura del XIX secolo. Alessandro Barbero elabora una nuova e coinvolgente lezione dal titolo Quando il futuro entra nella storia. Il Festival è progettato e ideato da Editori Laterza con la Regione Campania ed è organizzato dall’Associazione “A voce alta” e dalla Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini, con la partnership di MANN · Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Madre · Museo d’arte contemporanea Donnaregina – Fondazione  Donnaregina per le arti contemporanee, Accademia di Belle Arti, Conservatorio San Pietro a Majella e Istituto Superiore “Alfonso Casanova”.
Per consultare il sito ufficiale del festival clicca qui
  (Crediti immagini: Locandina del festival, lezionidistoriafestival.it)
Apertura_StoriaFestival
StoriaFestival
FestivalStoriaFestival

Devi completare il CAPTCHA per poter pubblicare il tuo commento