Aula di Lettere

Aula di Lettere

Percorsi nel mondo umanistico

Sezioni
Accad(d)e che
Come te lo spiego
Interventi d'autore
Il passato ci parla
Sentieri di parole
Nuovo Cinema Paini
Storia di oggi
Le figure retoriche
Gli antichi e noi
Idee didattiche digitali
Le parole dei media
Come si parla
Dall'archivio
Tutti i temi del mese
Materie
Italiano
Lettere classiche
Storia e Geografia
Filosofia
Storia dell'arte
Scienze umane
Chi siamo
Cerca

Denaro, finanza e avarizia. Alle radici della crisi

Stefano Zamagni propone un'analisi che dal denaro approda alla crisi economica che negli ultimi anni. Alla radice aspetti tecnici e strettamente economici, ma anche l'avarizia, che sin dall'antica Roma minacciava gli imperi
leggi
Anche questo mese l'Aula di Lettere ospita l'intervento d'autore dell'economista e docente Stefano Zamagni, che ci offre un'analisi che parte dal concetto di denaro e approda a una lettura capace di fondere concetti economici e filosofici. Oggi l'economia mondiale sta faticosamente tentando di uscire dalla crisi finanziaria scoppiata nel 2008: una crisi che ha le radici nell'eccessiva finanziarizzazione delle transazioni economiche, che hanno favorito attacchi speculativi. Ma alla base, spiega Zamagni, c'è un concetto ben noto e analizzato dai filosofi e dai teologi: l'avarizia, il volere sempre di più.
Crediti immagini: Apertura: "euro" di wfabry (su flickr)  
2157854271_d19c31b0e8_b
Schermata 2016-04-27 alle 16.34.56

Devi completare il CAPTCHA per poter pubblicare il tuo commento