Aula di Lettere

Aula di Lettere

Percorsi nel mondo umanistico

Sezioni
Accad(d)e che
Come te lo spiego
Interventi d'autore
Il passato ci parla
Sentieri di parole
Nuovo Cinema Paini
Storia di oggi
Le figure retoriche
Gli antichi e noi
Idee didattiche digitali
Le parole dei media
Come si parla
Dall'archivio
Tutti i temi del mese
Materie
Italiano
Lettere classiche
Storia e Geografia
Filosofia
Storia dell'arte
Scienze umane
Chi siamo
Cerca

L’Inferno di Dante a Roma

A 700 anni dalla morte del Sommo Poeta, le Scuderie del Quirinale ospitano la mostra più attesa dell’autunno, aperta al pubblico dal 15 ottobre 2021 al 9 gennaio 2022
Aprirà al pubblico il prossimo 15 ottobre Inferno, la mostra più attesa dell’autunno, a cura dello scrittore e storico dell’arte Jean Clair.  Fino al 9 gennaio 2022, le dieci sale delle Scuderie del Quirinale illustreranno il viaggio dantesco e la persistenza dell’iconografia dell’Inferno nelle arti figurative dal Medioevo fino ai nostri giorni. Saranno esposte più di 200 opere d’arte giunte in prestito da oltre ottanta grandi musei, raccolte pubbliche e prestigiose collezioni private, provenienti non solo dall’Italia e dal Vaticano, ma anche da Francia, Regno Unito, Germania, Spagna, Portogallo, Belgio, Svizzera, Lussemburgo, Bulgaria. Capolavori di Beato Angelico, Bosch, Bruegel, Goya, Manet, Delacroix, Rodin, Cezanne, von Stuck, Balla, Dix, Taslitzky, Richter, Kiefer. Nelle prime settimane di apertura, grazie al supporto della Biblioteca Apostolica Vaticana, sarà possibile ammirare anche La voragine infernale di Sandro Botticelli, una delle opere più celebri dell’iconografia dantesca. All’ingresso del percorso ci sarà la monumentale Porta dell’Inferno di Auguste Rodin - il modello di fusione in gesso in scala 1:1, alto sette metri - eccezionalmente concesso in prestito dal Musée Rodin di Parigi. Due sale dell’esposizione saranno dedicate alla traslitterazione dell’Inferno sulla terra: la follia, i totalitarismi, la guerra. Perché come ricordato anche da Mario De Simoni, Presidente di Ales – Scuderie del Quirinale, “è proprio nelle battaglie di massa della I Guerra Mondiale che si invera l’immagine dantesca dell’avanzarsi camminando sui corpi (o meglio sulle ombre) dei dannati”. In occasione della mostra sono in programma gli incontri Infernauti, il primo dei quali, dal titolo “Iconografia dell’inferno, dal medioevo ad oggi”, si è svolto il 21 settembre. Nel corso del prossimo appuntamento, Ezio Albrile e Giulio Ferroni parleranno della figura del Diavolo non solo nella storia e nella letteratura, ma anche nella sua rappresentazione nelle diverse culture medio-orientali. L’incontro si terrà il 5 ottobre alle ore 18 presso Palazzo Barberini – Salone Pietro da Cortona.  
Per consultare il sito delle Scuderie del Quirinale clicca qui
  Crediti immagini Apertura: José Benlliure y Gil, La Barca di Caronte, 1896 (Wikimedia Commons) Box: Pieter Huys, Inferno, 1570 (Wikimedia Commons)      
Dante_Huys
Dante_Inferno

Devi completare il CAPTCHA per poter pubblicare il tuo commento