Aula di Lettere

Aula di Lettere

Percorsi nel mondo umanistico

Sezioni
Accad(d)e che
Come te lo spiego
Interventi d'autore
Il passato ci parla
Sentieri di parole
Nuovo Cinema Paini
Storia di oggi
Le figure retoriche
Gli antichi e noi
Idee didattiche digitali
Le parole dei media
Come si parla
Dall'archivio
Tutti i temi del mese
Materie
Italiano
Lettere classiche
Storia e Geografia
Filosofia
Storia dell'arte
Scienze umane
Chi siamo
Cerca

Volevo nascondermi

L'uscita del film, prevista per il 27 febbraio, è stata rimandata al 4 marzo
Antonio Ligabue, il più famoso dei pittori naif italiani, è il protagonista di Volevo nascondermi, film del regista Giorgio Diritti, in concorso al Festival di Berlino. La pellicola ripercorre la vita del pittore, interpretato da Elio Germano, durante tutto il suo arco temporale. Nato a Zurigo nel 1899, Ligabue non visse mai con la sua famiglia naturale e fin dal 1900 venne affidato a una coppia di svizzeri tedeschi. Trascorse un’infanzia caratterizzata da ristrettezze economiche e da condizioni culturali disagiate. Fu affetto da gozzo e rachitismo, e l’insieme di queste condizioni sfavorevoli fecero sì che sviluppasse delle anomalie comportamentali. Venne mandato in istituti scolastici per ragazzi problematici e nel 1917, in seguito a una violenta crisi nervosa, fu ricoverato per la prima volta in un istituto psichiatrico. Nel 1919, su denuncia della madre adottiva, fu espulso dalla Svizzera e fu condotto a Gualtieri, il paese del padre Bonfiglio in provincia di Reggio Emilia. La scelta di dedicarsi alla pittura avvenne alla fine degli anni ’20, a seguito dell’incontro con il pittore e scultore Marino Mazzacurati, esponente della prima Scuola Romana, che lo istruì all’uso dei colori. La critica e i galleristi inizieranno a interessarsi alle sue opere solamente verso la fine degli anni ’40. Le scene rappresentate più frequentemente nei quadri di Ligabue sono quelle di animali, sia domestici che esotici, momenti di vita quotidiana, paesaggi svizzeri e autoritratti. L'uscita del film, prevista per il 27 febbraio, è stata rimandata al 4 marzo.  
 
Antonio Ligabue è stato protagonista di varie rappresentazioni della cultura popolare. Nello sceneggiato della RAI degli anni ’70 che ha contribuito a far conoscere il pittore al grande pubblico, è stato interpretato da Flavio Bucci, scomparso di recente. Clicca qui per vedere lo sceneggiato
  Crediti immagini Apertura: Poster ufficiale del film (mymovies) Box: Elio Germano in Volevo Nascondermi (IMDB)
locandina2-ver
MV5BZmZjOTc2YTAtMzg3MS00NTgyLTlmYmUtOGM0YjQ0NGNkYTI5XkEyXkFqcGdeQXVyMzIwNDY4NDI@._V1_SY1000_SX1500_AL_

Devi completare il CAPTCHA per poter pubblicare il tuo commento