Aula di Lettere

Aula di Lettere

Percorsi nel mondo umanistico

Sezioni
Accad(d)e che
Come te lo spiego
Interventi d'autore
Il passato ci parla
Sentieri di parole
Nuovo Cinema Paini
Storia di oggi
Le figure retoriche
Gli antichi e noi
Idee didattiche digitali
Le parole dei media
Come si parla
Dall'archivio
Tutti i temi del mese
Materie
Italiano
Lettere classiche
Storia e Geografia
Filosofia
Storia dell'arte
Scienze umane
Chi siamo
Cerca

Rivoluzione arancione

Con l’espressione «rivoluzione arancione» ci si riferisce alle pacifiche dimostrazioni di piazza seguite alle contestate elezioni presidenziali che si svolsero in Ucraina nel novembre 2004 e che decretarono la vittoria di Viktor Yanukovich. I manifestanti e i leader dell’opposizione – tra questi in particolare il candidato sconfitto, Viktor Yushenko, e Yulia Tymoshenko – denunciarono gravi brogli elettorali e ottennero che le elezioni si ripetessero in dicembre. Da esse risultò vittorioso Yushenko, che governò il paese dal 2005 al 2010. La «rivoluzione» prese il nome dal fatto che i manifestanti – centinaia di migliaia – scesero in piazza vestiti di arancione, un colore che divenne il simbolo delle forze di opposizione. 

Devi completare il CAPTCHA per poter pubblicare il tuo commento