2200 anni lungo la via Emilia

Redazione

Nel 187 a.C. il console romano Marco Emilio Lepido fonda la via Aemila, destinata a diventare elemento unificante della regione che ancora ne porta il nome. Pochi anni dopo, nel 183 a.C., Modena (Mutina) e Parma divengono colonie, mentre nello stesso periodo Reggio Emilia (Regium Lepidi) viene istituita come forum.

“2200 anni lungo la Via Emilia” è il programma di eventi che celebrano questo anniversario e che si svolgeranno nel corso di tutto il 2017. Urban game, realtà aumentata, street art 3D, rievocazioni storiche, degustazioni, QR code, itinerari, ricostruzioni virtuali, laboratori per bambini, mostre, cinema e teatro: attraverso linguaggi diversi, l’obiettivo dell’iniziativa è quello di celebrare l’importanza di questo asse viario, dalla sua fondazione fino ai nostri giorni.

A Modena, una serie di eventi e mostre, riuniti sotto il nome Mutina Splendidissima, intendono ricordare la città romana, sepolta sotto le strade del centro storico. A Reggio Emilia il programma comprende la mostra “Lo Scavo in Piazza. Una casa, una strada, una città”, che documenta , attraverso l’utilizzo delle più recenti tecnologie, la storia di un quartiere suburbano. L’esposizione “La Sala Regium Lepidi 3D” permette invece un’immersione totale nella realtà virtuale della Reggio romana. A Parma, oltre a mostre, conferenze e visite guidate, si svolgerà una rievocazione storica e un concorso tematico per giovani illustratori.

Il calendario completo degli appuntamenti è disponibile qui

In autunno, le celebrazioni arriveranno anche a Bologna, dove verrà allestita una mostra di archeologia sul medioevo emiliano-romagnolo.

Crediti immagini
Apertura: La necropoli orientale di Mutina lungo via Emilia est. Disegno di Riccardo Merlo (2200anniemilia.it)
Box: 
Veduta della Via Emilia, Reggio Emilia. Credits: Carlo Vannini (2200anniemilia.it)

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *