Denaro, finanza e avarizia. Alle radici della crisi

Redazione

Anche questo mese l’Aula di Lettere ospita l’intervento d’autore dell’economista e docente Stefano Zamagni, che ci offre un’analisi che parte dal concetto di denaro e approda a una lettura capace di fondere concetti economici e filosofici. Oggi l’economia mondiale sta faticosamente tentando di uscire dalla crisi finanziaria scoppiata nel 2008: una crisi che ha le radici nell’eccessiva finanziarizzazione delle transazioni economiche, che hanno favorito attacchi speculativi. Ma alla base, spiega Zamagni, c’è un concetto ben noto e analizzato dai filosofi e dai teologi: l’avarizia, il volere sempre di più.

Crediti immagini:

Apertura: “euro” di wfabry (su flickr)

 

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *