Aula di Lettere

Aula di Lettere

Percorsi nel mondo umanistico

Sezioni
Accad(d)e che
Come te lo spiego
Interventi d'autore
Il passato ci parla
Sentieri di parole
Nuovo Cinema Paini
Storia di oggi
Le figure retoriche
Gli antichi e noi
Idee didattiche digitali
Le parole dei media
Come si parla
Dall'archivio
Tutti i temi del mese
Materie
Italiano
Lettere classiche
Storia e Geografia
Filosofia
Storia dell'arte
Scienze umane
Chi siamo
Cerca

11 settembre 1973: golpe militare in Cile e morte di Salvador Allende

"Il Palacio de la Moneda deve essere evacuato prima delle 11, altrimenti sarà attaccato dalle forze aeree". Con questa minaccia l'11 settembre del 1973 le forze armate guidate dal generale Augusto Pinochet, comandante in capo dell'esercito, cinsero d'assedio il Palazzo Presidenziale cileno, il Palazzo de la Moneda, a Santiago del Cile, dove si trovava il Presidente cileno fino ad allora in carica e democraticamente eletto, Salvador Allende, che morì durante l'assalto.

Allende era in carica dal 1970 e stava portando avanti riforme profonde ispirate a quel programma socialista che gli storici chiamano "la via cilena al socialismo". Nei giorni precedenti all'11 settembre si erano rincorse alcune voci che gli oppositori del presidente Allende stessero organizzando un colpo di Stato per rovesciare Allende. All'alba dell'11 settembre Allende venne avvisato di un insolito movimento di truppe a Valparaiso, ma Allende fu rassicurato dallo stesso Augusto Pinochet - del quale Allende aveva totale fiducia - che quelle notizie erano false. Nonostante questo alle 8,30 del mattino arrivò il primo comunicato delle Forze Armate, firmato proprio dallo stesso Pinochet e anche dai capi di carabineiros, marina e aviazione che chiesero le dimissioni immediate di Allende. Pinochet aveva tradito Allende.

Allende rifiutò di scendere a compromesso con le forze sovversive e si asserragliò nel Palazzo, comunicando la decisione irrevocabile di resistere a ogni costo. Alle 11 del mattino Allende affidò a un ultimo disperato comunicato radiofonico la sua volontà di resistere e di non assecondare le richieste dei traditori. Intorno alle 13 Allende muore all'interno della Moneda: secondo la testimonianza del suo medico - che potete ascoltare nel video qui sotto - Allende si suicidò con una scarica di mitra. Augusto Pinochet prese il potere instaurando una delle dittature più sanguinarie dell'America Latina e rimase in carica fino all'11 marzo del 1990, quando fu costretto a indire elezioni democratiche e fu sconfitto dal candidato di centrosinistra Patricio Aylwin, che guidò lo stato cileno verso la democrazia. Pinochet rimase però capo delle Forze Armate. Nel 1998 poi, mentre si trovava a Londra, fu arrestato con l'accusa di crimini contro l'umanità, torture e cospirazione. Crediti immagini: Apertura: il Palazzo Presidenziale sotto attacco l'11 settembre 1973. Link Box: Ritratto di Salvador Allende Link
Golpe_de_Estado_1973
USSR_stamp_Salvador_Allende_1973_6k_cropped

Devi completare il CAPTCHA per poter pubblicare il tuo commento