L’arte ai tempi del Coronavirus: iniziative social e performance in streaming

Redazione

Come avvenuto già in Cina, anche in Italia con l’emergenza Coronavirus i musei e le istituzioni hanno iniziato a proporre nuove iniziative per coinvolgere il pubblico e per portare avanti le attività a porte chiuse. Dopo l’annullamento di mostre ed eventi e la chiusura dei luoghi della cultura in alcune regioni del Nord Italia, i centri culturali hanno sfruttato i social network per condividere nuovi contenuti e trasmesso in streaming performance artistiche che si svolgono negli spazi chiusi al pubblico.

Il Museo Tattile di Varese ha lanciato su Twitter la challenge #museichiusimuseiaperti, per raccontare sui canali social alcuni particolari delle loro collezioni. All’iniziativa hanno aderito molti musei di tutta Italia. La  Pinacoteca di Brera, ad esempio, ha lanciato una serie di brevi video, “Appunti per una resistenza culturale”, in cui vengono presentate alcune opere. Durante i giorni di chiusura, il Direttore del Museo Egizio di Torino ha raccontato ai visitatori alcune curiosità sulla collezione, con la serie di video #Aportechiuse. I Musei Reali di Torino dal 4 marzo hanno messo a disposizione il catalogo delle opere, con più di 15.000 schede e oltre 20.000 immagini a colori e in bianco e nero. Le Gallerie Estensi  ogni due settimane raccontano in dettaglio un’opera nelle stories di Instagram.

Tra gli eventi che si svolgono a porte chiuse, il Museo di Arte Moderna di Bologna dal 27 febbraio al 1 marzo ha trasmesso sul suo canale YouTube MAMbo channel, la performance ambientale di Ragnar Kjaransson, “Bonjour“, presentata per la mostra ‘AGAINandAGAINandAGAINand’

Triennale Decameron è invece il progetto a porte chiuse lanciato da Triennale Milano. A partire dallo spunto del Decamerone, Triennale ha invitato artisti, designer, architetti, intellettuali, musicisti, cantanti, scrittori, registi e giornalisti negli spazi vuoti per sviluppare una loro personale narrazione. Dal 5 marzo tutte le “novelle” sono trasmesse in diretta sul canale Instagram @triennalemilano.

 

(Crediti immagini: Pixabaytriennale.org)

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *