Aula di Lettere

Aula di Lettere

Percorsi nel mondo umanistico

Sezioni
Accad(d)e che
Come te lo spiego
Interventi d'autore
Il passato ci parla
Sentieri di parole
Nuovo Cinema Paini
Storia di oggi
Le figure retoriche
Gli antichi e noi
Idee didattiche digitali
Le parole dei media
Come si parla
Dall'archivio
Tutti i temi del mese
Materie
Italiano
Lettere classiche
Storia e Geografia
Filosofia
Storia dell'arte
Scienze umane
Chi siamo
Cerca

28 gennaio 1972: muore Dino Buzzati

Il 28 gennaio di 45 anni fa moriva a Milano, all’età di 66 anni, lo scrittore italiano Dino Buzzati. Noto soprattutto per il romanzo Il deserto dei Tartari, Buzzati si dedicò all’attività narrativa e a quella giornalistica, ma si occupò anche di pittura e teatro. Terminati gli studi superiori, si iscrisse alla facoltà di giurisprudenza per assecondare il volere della famiglia. Nel 1928 iniziò a lavorare come praticante con il Corriere della Sera, per il quale diventerà redattore e inviato speciale, e continuerà a collaborare per tutta la vita. Nel 1933 esce il suo primo romanzo, Bàrnabo delle montagne, nel quale già compaiono alcuni dei temi che saranno caratteristici di tutta la sua produzione, come il tema dell’attesa. Il romanzo ebbe un discreto successo di critica e ad esso seguì nel 1935 Il segreto del Bosco Vecchio, inizialmente immaginato come un libro per ragazzi.
Clicca qui per vedere un video tratto dalle Teche Rai in cui lo scrittore parla dei suoi primi romanzi
Il grande successo arrivò per Buzzati nel 1940, con Il deserto dei Tartari, di cui riportiamo l’incipit. Nominato ufficiale, Giovanni Drogo partì una mattina di settembre dalla città per raggiungere la Fortezza Bastiani, sua prima destinazione. Si fece svegliare ch'era ancora notte e vestì per la prima volta la divisa di tenente. Come ebbe finito, al lume di una lampada a petrolio si guardò allo specchio, ma senza trovare la letizia che aveva sperato. Nella casa c'era un grande silenzio, si udivano solo piccoli rumori da una stanza vicina; sua mamma stava alzandosi per salutarlo. Era quello il giorno atteso da anni, il principio della sua vera vita.
Clicca qui per vedere sul sito della Rai un video di approfondimento sul Deserto dei Tartari
Come giornalista, il 25 aprile 1945 scrisse l’articolo Cronaca di ore memorabili sulla liberazione di Milano che sarà pubblicato sul Corriere della Sera in prima pagina (disponibile qui). Oltre al lavoro di inviato, Buzzati continua anche l’attività di scrittore, pubblicando racconti e favole per bambini. Nel 1958 vince il Premio Strega con la raccolta Sessanta Racconti. Crediti immagine Francobollo emesso nel 2006 che ne celebra il centenario della nascita (Wikimedia Commons)
Buzzati
Buzzati

Devi completare il CAPTCHA per poter pubblicare il tuo commento