Aula di Lettere

Aula di Lettere

Percorsi nel mondo umanistico

Sezioni
Accad(d)e che
Come te lo spiego
Interventi d'autore
Il passato ci parla
Sentieri di parole
Nuovo Cinema Paini
Storia di oggi
Le figure retoriche
Gli antichi e noi
Idee didattiche digitali
Le parole dei media
Come si parla
Dall'archivio
Tutti i temi del mese
Materie
Italiano
Lettere classiche
Storia e Geografia
Filosofia
Storia dell'arte
Scienze umane
Chi siamo
Cerca

Pompei in mostra a Bologna

L’esposizione è dedicata alla figura dei pictores

leggi

Venerdì 23 settembre, presso il Museo Civico Archeologico di Bologna, è stata inaugurata la mostra “I pittori di Pompei”, che raccoglie più di cento opere provenienti dal Museo Archeologico di Napoli. L’esposizione offre ai visitatori una panoramica sulla società del I secolo d.C., a partire dalla figura dei pictores, tuttora avvolta nel mistero. Definiti da Plinio il Vecchio di “proprietà dell’universo”, questi pittori hanno ricoperto un ruolo unico e peculiare, segnando una vera e propria rivoluzione nel mondo dell’arte. La mostra ha lo scopo di contestualizzare il loro ruolo e la loro condizione economica nella società del tempo.

Una parte del percorso espositivo è dedicata agli affreschi che abbellivano le antiche domus romane di Pompei e delle altre città dell’area vesuviana, come quelle del Poeta Tragico, dell’Amore punito a Pompei, o ville come quella di Fannio Sinistore a Boscoreale. Le opere, di grandi dimensioni e dai colori ancora vivaci, permettono di capire i gusti e i valori dell’epoca e i meccanismi legati al sistema di produzione delle botteghe. La mostra racconta, inoltre, gli strumenti del mestiere, dalle squadre al compasso, dai disegni preparatori alle coppe ancora ripiene di colori di duemila anni fa.

L’offerta didattica comprende visite guidate per il pubblico scolastico e non scolastico, visite animate e laboratori. Le scuole secondarie di II grado possono partecipare alla visita animata “Caro Enea, cara Didone” che ha lo scopo di sottolineare il legame tra le eroine raffigurate sulle pareti pompeiane e le parole elle loro lettere immaginarie agli amati, tratte dalle Heroides di Ovidio. L’attività può proseguire in un laboratorio di scrittura epistolare da svolgere in classe con l’aiuto di esempi e schede. I testi prodotti potranno, infine, essere diffusi attraverso uno spazio allestito nel sito della mostra.

Le scuole del Comune di Bologna e dell’Area Metropolitana possono richiedere la gratuità delle attività didattiche previste in occasione della mostra presentando un progetto legato alla valorizzazione dei beni culturali e che utilizzi il patrimonio come mezzo di integrazione e inclusione sociale e di supporto alle fragilità educative.

L’esposizione sarà aperta al pubblico fino al 19 marzo 2023.

Per consultare il sito della mostra clicca qui.
Per maggiori informazioni sull’offerta didattica clicca qui.

Crediti immagini
Homepage e articolo
: Filosofo con Macedonia e Persia. Boscoreale, Villa di Fannio Sinistore, oecus (H), parete ovest. Affresco, 240 x 345 - MANN, Inv. s.n. inv. 906 - 1 secolo a.C. - II stile (ipittoridipompei.it)

Devi completare il CAPTCHA per poter pubblicare il tuo commento