Aula di Lettere

Aula di Lettere

Percorsi nel mondo umanistico

Sezioni
Accad(d)e che
Come te lo spiego
Interventi d'autore
Il passato ci parla
Sentieri di parole
Nuovo Cinema Paini
Storia di oggi
Le figure retoriche
Gli antichi e noi
Idee didattiche digitali
Le parole dei media
Come si parla
Dall'archivio
Tutti i temi del mese
Materie
Italiano
Lettere classiche
Storia e Geografia
Filosofia
Storia dell'arte
Scienze umane
Chi siamo
Cerca

Dante a Verona

Una mostra diffusa, una docu-fiction, una serie di podcast e un convegno tra le iniziative organizzate dalla città scaligera per celebrare il 700esimo anniversario della morte del Sommo Poeta
A Verona a partire da dicembre sono iniziate le celebrazioni per il 700esimo anniversario della morte di Dante, che continueranno per tutto il 2021. Nel programma “Dante a Verona 1321-2021” trova ampio spazio l’arte, con la mostra diffusa nella quale la città non solo fa da sfondo alla vicenda dantesca, ma ne diventa protagonista. I visitatori sono guidati attraverso il percorso e le tappe della mostra tramite una mappa, che permette di scoprire sia i luoghi legati alla presenza del poeta in città e alle citazioni nella Commedia, sia quelli che aiutano a restituire l’immagine di Verona al tempo di Dante. Sono presenti anche indicazioni per rintracciare le memorie della secolare presenza dei discendenti del poeta in città e per individuare le testimonianze del crescere del suo mito nel tempo, importante riferimento per l’identità civica e nazionale. Tra i luoghi principali vi sono Sant’Elena, i palazzi scaligeri affacciati su piazza dei Signori, le Arche scaligere, le chiese di San Zeno, San Fermo e Santa Anastasia. Il 19 e il 20 dicembre è stata trasmessa la docu-fiction “La Verona di Dante”, nella quale la giornalista Francesca Barra guida gli spettatori attraverso i luoghi danteschi e Claudio Santamaria recita alcuni dei versi che hanno legato il Sommo Poeta alla città scaligera.
Per vedere il video sul canale YouTube del Comune di Verona clicca qui
   “Dante’s Box – Voci e suoni dalla Divina Commedia” si propone come un jukebox con 21 puntate radiofoniche in pillole da 15/20 minuti tratte dalle tre cantiche. Canti noti e meno noti sono interpretati cercando di restituire la musicalità del verso,  accompagnati da atmosfere elettroniche, rumori di fondo ed effetti acustici. L’ambientazione è curata dal regista Fabrizio Arcuri, mentre la musica e l’ambientazione sonora sono ad opera di Giulio Ragno Favero.
I podcast vengono pubblicati ogni mercoledì e venerdì dal 18 dicembre su www.rocketradiolive.com, sui canali social del Comune di Verona e dell’Altro Teatro (qui e qui), sui canali Spreaker (qui)  e Spotify (qui) di Arteven e sul sito myarteven.it.
  Tra il 17 e il 22 maggio si svolgerà il convegno internazionale  “Con altra voce omai, con altro vello. Dante fra antico e moderno”. L’incontro ha lo scopo di indagare il contesto storico culturale dell’epoca di Dante e la ricezione dell’opera, con particolare riferimento al teatro e al cinema.  
Per consultare il sito del programma “Dante a Verona 1321-2021” clicca qui
  Crediti immagini Apertura: danteaverona.it Box: comune.verona.it    
Dante_Verona
DBA78F5F33F77C3D02FC3EC7CC6C4730

Devi completare il CAPTCHA per poter pubblicare il tuo commento